Le origini del gelato, tra storia e leggenda

Chi ha inventato il gelato? Dite la verità, assaporando il vostro cono strabordante di fresca cremosità non vi siete mai chiesti a chi dobbiamo tanta squisitezza? La storia delle origini del gelato è controversa, non crediate di riuscire a giungere ad una risposta definitiva (anche perché, di fronte ad un prodotto di così grande successo, si farebbero carte false pur di vedersene attribuita la paternità... ma questo è un altro discorso). Tuttavia, se siete curiosi di scoprire a chi ne dobbiamo l'invenzione, possiamo fare un po' di chiarezza.

Dove è nato il gelato in Italia?

Non volendo tralasciare nulla, le prime testimonianze di un antenato del gelato si riscontrerebbero già nella Bibbia, e precisamente nel passaggio in cui Isacco offre ad Abramo latte di capra misto a neve.

Ma una tesi un po' più credibile riguarda l'origine araba (loro sì che in fatto di dolci ne sapevano qualcosa): questi erano soliti mescolare la neve dell'Etna al succo di frutta dando vita - già nel IX secolo - ad una bibita (sherbet, da cui deriverebbe sorbetto) che veniva conservata in recipienti circondati da neve o da ghiaccio. Tale bevanda potrebbe essere considerata la progenitrice del dolce estivo per eccellenza. Viene da sé che, se dovessimo dire dove è nato il gelato, potremmo azzardare "In Sicilia!".

Chi è l'inventore del gelato

Ma non possiamo di certo fermarci qui: facendo un salto temporale di qualche secolo, arriviamo dritti dritti nel Cinquecento. E spostandoci ancora, questa volta di qualche centinaio di chilometri, giungiamo a Firenze. Qui, nella culla del Rinascimento, si avrebbe la nascita del gelato artigianale moderno. L'inventore? L'architetto Bernardo Buontalenti che, per primo, avrebbe mescolato in un dolce freddo latte, panna e uova.

Per completezza di informazioni (e no, non perché siamo di parte), non possiamo non citare il palermitano Francesco Procopio dei Coltelli il quale, per primo, aprì a Parigi un caffè-gelateria. Chiunque sia l'ideatore di cotanta delizia, converrete con noi su una cosa: l'invenzione del gelato è una di quelle che ti cambiano la vita. 

Ma non finisce qui, perché per produrre il gelato come lo intendiamo oggi, era necessario un salto di qualità, ovvero poter contare su delle apposite macchine. La prima fu inventata, negli Stati Uniti, da una donna di nome Nancy Johnson. A lei, nel 1846, si deve la prima gelatiera, messa successivamente a punto da William Young, il quale decise di applicarle un motore che consentisse un raffreddamento uniforme degli ingredienti. Bella mossa!

Questa, in breve, la storia del gelato. Certo, potremmo continuare le nostre indagini cercando di stabilire a chi spetti l'invenzione della brioche col gelato o chi abbia inventato il cono (quest'ultima informazione, se siete interessati, la trovate tra le curiosità che vi abbiamo raccontato non molto tempo fa). Ma, dopo tanto parlarne, non vi è venuta voglia di correre in gelateria? Fate un salto da Sapore di sale, scegliete il vostro gusto preferito e immergetevi in un'esperienza senza eguali (in alternativa, potete optare per una soluzione più comoda, quella di avere recapitato il vostro gelato a domicilio. Trovate tutti i recapiti sulla pagina Facebook. Alla prossima!